www.emanueleprisco.it
www.emanueleprisco.it

Intervista ad AssisiOggi.it


Assisi, 3 febbraio 2016 - «Non mi risulta che Fratelli d’Italia abbia condiviso il comunicato stampa inviato dal consigliere Leonardo Paoletti il 2 febbraio scorso».

 

Lo ha detto il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, Emanuele Prisco. «Non mi risulta, perché sono io il delegato come presidente provinciale a trattare la questione, non vorrei fossero i giochini della vecchia politica, in più il nostro coordinatore regionale, Franco Zaffini, vive ad Assisi e segue la questione».

«Il Centrodestra – spiega il portavoce – se non spezza la continuità di una stagione, che è stata anche ottima quella degli ultimi vent’anni in Assisi, scegliendo un candidato sindaco di alto profilo, rischia nella Città Serafica, di far la fine che ha fatto il Pd a Perugia».

Non ci va tanto per il sottile il membro della Giunta di Andrea Romizi. «E questo – aggiunge – nonostante ad Assisi si sia governato molto bene. Sul nome – precisa – ne parleremo nella sede appropriata, sedendoci, cioè, al tavolo con Lega Nord e Forza Italia. Serve una figura che aggreghi i tre partiti e, perché no, anche il mondo delle liste civiche. Ma oggi è presto per fare nomi, anche perché non ci siamo incontrati».

Il comunicato di Leonardo Paoletti, quindi, viene sconfessato dal vertice provinciale del partito di Giorgia Meloni. Prisco puntualizza che la competenza è sua, cui si aggiunge il fatto che il coordinatore regionale vive ad Assisi ed è Franco Zaffini. Vecchia politica? E’ ipotesi possibile, risponde Prisco.  In ogni caso, però, è troppo presto fare dei nomi.

«Se poi – spiega Emanuele Prisco – vogliamo fare un discorso di alto livello, bisogna tener conto che Assisi non è una città qualsiasi. E’ la culla della cristianità, è la Patria di San Francesco, è un centro mondiale per la spiritualità e per la cultura. Assisi ha un profilo planetario che non può, nella scelta del candidato sindaco, essere dimenticato. Nessun provincialismo, quindi, ma il Centrodestra dovrà scegliere una sua rigenerazione interna per rilanciare e nel fare questo dovrà affiancare un nome fortemente rappresentativo. Andrà sviluppato un programma di alto profilo che dovrà essere portato avanti da una figura di alto profilo».

L’imperativo è, quindi, cambiare le facce e adeguare il programma e metterlo al passo con i tempi.

 

Dalla parte delle vittime

LA DIFESA E' SEMPRE LEGITTIMA. PARTE DA PERUGIA LA CAMPAGNA DI FDI - AN
 
PERUGIA, 31 OTTOBRE 2015 - E' stata presentata oggi dal gazebo di Piazza della Repubblica a Perugia la campagna nazionale di FDI - AN in provincia di Perugia "LA DIFERSA E' SEMPRE LEGITTIMA" a sostegno della proposta di legge per la modifica dell'art. 52 del codice penale
.
E' stato il portavoce provinciale del Movimento di Giorgia Meloni, Emanuele Prisco, insieme al portavoce regionale, Franco Zaffini, al capogruppo in Regione, Marco Squarta, e a quello in Comune, Stefano Mignini, a lanciare la mobilitazione con una raccolta firme che è partita oggi da Perugia si estenderà in tutta la Provincia a sostegno della modifica della disciplina della legittima difesa.
Per dare forza alla proposta FDI ha depositato una proposta in Consiglio regionale per chiedere alle Camere di rivedere l'art. 52 e perché la Regione si faccia carico delle spese legali di chi si trovi costretto a difendersi.
 
La proposta prevede:
1.che il diritto alla legittima difesa, sia garantito sempre,  anche quando l'aggressione avvenga nelle adiacenze dell'abitazione o dell'attività commerciale presa di mira, e sia nelle ore notturne che in quelle diurne quando si sia di fronte al tentativo violento di intrusione con chiaro pericolo d'aggressione o al tentativo di proseguire nell'offesa all'incolumità e ai beni.
2. In tali condizioni di pericolo di aggressione a persone o beni da parte di chi si introduce illegalmente all'interno di un'abitazione, sia in ogni caso presunta la proporzionalità con l’offesa. Analoga presunzione di proporzionalità deve essere garantita ove il pericolo di aggressione determini uno stato di paura e di agitazione nella persona offesa.
 

Elzioni regionali. il commento

Intervista a La Nazione

Primarie del cambiamento

FDI – AN verso le Regionali è per la coalizione del cambiamento.

Prisco “Patto sui contenuti. Alternativi alla sinistra.”

 

PERUGIA, 28 novembre - “Costruire la coalizione del cambiamento partendo dai contenuti così come è avvenuto a Perugia. I nomi sono solo la conseguenza, non avalliamo logiche conservative della vecchia politica per salvare il posto a qualcuno. Alternativi a questa sinistra deve essere un punto fermo, anzi fermissimo”. Il messaggio che FDI manda, per bocca del portavoce regionale Emanuele Prisco dopo il coordinamento regionale di ieri sera, agli alleati di opposizione al Governo Renzi e a quelli potenziali sul fronte umbro, è chiaro: costruire un’alternativa credibile di governo,  partendo da cose concrete per cittadini, come lavoro, casa, asili nido, sicurezza. Su questi temi da FDI annunciano che partiranno una serie di iniziative politiche sul territorio.

 

“Auspichiamo che tutti vogliano giocare questa partita “ a costruire” – continua Prisco – arroccarsi sulla propria posizione individuale serve solo a far vincere la sinistra e non aiuta certo il cambiamento. Non c’è nessuna adesione di FdI al momento sulla candidatura di Ricci, salvo che vinca le primarie. Diciamo di scegliere il candidato e la linea politica con le primarie della “coalizione del cambiamento”. Per come sono messe le cose oggi, c’è il tempo di farlo e questo rappresenta un modo sicuro per allargare il fronte del cambiamento rendendo concreta la possibilità di contendere la Regione alla Sinistra. Guai a perdere questo treno”.

 

 Come si vota

 

Per eleggere Emanuele Prisco consigliere comunale, scrivi PRISCO accanto al simbolo sulla SCHEDA AZZURRA.

 

Si possono esprimere sino ad un massimo di due preferenze per candidati della lista Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, ma di sesso diverso (un uomo e una donna).

 

Il candidato Sindaco della coalizione Andrea ROMIZI è automaticamente votato.

 

Per votare bisogna recarsi alla propria sezione elettorale portando con sé la TESSERA ELETTORALE e un documento di identità. In caso di smarrimento della tessera elettorale bisogna recarsi all’ufficio elettorale del Comune di Perugia per ottenere un duplicato.

 

 

Quando si vota

 

 Domenica 25 maggio dalle ore 7.00 alle ore 23.00

 

INFO: tel. 0755773030

Alcune idee per Perugia con Andrea ROMIZI Sindaco

 

CITTA’ E TERRITORIO

Cura dell’immagine della città, arredo urbano, monumenti, parchi, strade

Apertura del centro storico con soste brevi, nel rispetto dei residenti

“Una piazza per ogni quartiere”, riqualificando la vivibilità dei quartieri

Raccolta differenziata con “contenitori di prossimità” per evitare i sacchi in strada

 

OPPORTUNITA’ E MERITO

Abolizione della tassa di soggiorno

Promozione all’estero di Perugia nelle città collegate con l’aeroporto.

“Appalti a km 0” per sostenere le imprese locali

 

FAMIGLIA

Difesa della famiglia naturale e dell’infanzia

Tutela dei perugini nell’accesso alle case popolari

Più posti negli asili nido e riduzione delle rette

Tassazione comunale a misura di famiglia

 

COMUNE “AMICO” DEL CITTADINO

Abolizione della Tosap sui passi carrabili

Taglio delle consulenze inutili

Raccolta differenziata personalizzata con sconti economici

 

 

PERUGIA VIVIBILE

Riforma della Polizia municipale con più vigili in strada per il controllo del territorio

Potenziamento dei controlli con videosorveglianza, delle presenze, delle residenze e dei locali “a rischio”

Istituzione dell’Ufficio di identificazione in collaborazione con le Forze dell’ordine

Campagna difendo cio' che amo

COMUNE DI PERUGIA
SEGUI FRATELLI D'ITALIA

segui Giorgia MELONI